La prima coppia di cui vorrei parlarvi è formata da Marsilio Cassotti e da sua moglie Faustina, ritratti da Lorenzo Lotto (1480-1556), in un'epoca felice quando all'abbondanza delle forme, diversamente da ora, si associava l'idea di benessere e di bellezza! La cosa interessante è che sopra le loro spalle si vede un bel puttino, anche lui grassoccio, che tiene qualcosa in mano, qualcuno lo scambia per un cupido con tanto di arco, ma non è così! l'oggetto in legno simboleggia un giogo, che sta sospeso sopra i due personaggi, proprio a definirli come "coniugi" -cum iugum- questo è il significato del termine coniuge, entrambi legati insieme, come le bestie, unite per portare avanti qualcosa, in questo caso il matrimonio. Se ci si pensa bene a volte capita che nel matrimonio si avverta il peso di questo giogo, anche se ai nostri tempi è piuttosto semplice liberarsene!

Autora

Sandra Fiumi
Collaboratrice

Amo da sempre la Storia e le storie. Ho lavorato per molti anni presso la Sovrintendenza per i beni artistici e storici di Bologna dove mi invento percorsi didattici anche ora che sono in pensione: ci tengo tanto che le ragazze e i ragazzi si appassionino all'arte! Mi piace far conoscere il mondo che sta dietro un'opera: chi l'ha prodotta, il contesto storico, politico e culturale, i materiali e i colori, i maestri e le botteghe... e poi quel po' di gossip che spesso è la chiave per comprendere il tutto.

Da semper me pièsc la Storia e la stories. E' lurà egn a la Sorastanza per i bens artistics e storics de Bologna olache enjigne percors didatics amò inchecondì che son n penscion con chela de ge fèr vegnir gola de èrt a studenc e studentes. Me sà bel fèr veder l "mond" de l'opera: che che l'à fata fèr, l contest politich e culturèrl, l materièl e i colores, i maestres e la boteighes... che mingol de gossip che dèsc la chief per lejer "l dut".